Eolico

Il mini-eolico è uno dei sistemi di produzione di energia che ha maggiori opportunità di sviluppo nei prossimi anni in quanto permette di trasformare l'energia cinetica del vento in energia meccanica e da questa, attraverso un generatore elettrico, in energia elettrica. Noi di Morenergy ci siamo specializzati nella produzione di impianti mini-eolici , fornendo così ai nostri clienti un servizio completo: dalla preventivazione ... alla produzione di energia! Per mini-eolico si intende la costruzione di impianti con turbine di taglia compresa tra 1 e 200 kW. Il mini-micro eolico è dunque rivolto a specifici mercati di nicchia, in applicazioni che richiedono soluzioni semplificate e concepite ad hoc. Un impianto mini-eolico è costituito da un aerogeneratore che può essere ad asse orizzontale(per aziende) o asse verticale(per uso domestico).

Gli aerogeneratori ad asse orizzontale sono i classici che vediamo lungo i crinali o nelle vallate, sono normalmente composti da 3 pale ed hanno la caratteristica di direzionarsi nella direzione del vento, in modo da catturare quanto più vento possibile con le pale e quindi produrre il massimo di energia elettrica.

Gli aerogeneratori ad asse verticale hanno capacità di riuscire a prendere il vento da ogni direzione (non si devono direzionare),hanno il vantaggio di poter funzionare anche in presenza di venti elevati e garantiscono nel contempo una maggiore producibilità a bassi regimi di vento, una minore rumorosità e anche minori vibrazioni che ne permettono l'applicazione anche sui tetti della propria abitazione.


Incentivi

Il DM 6 luglio 2012 stabilisce le nuove modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili, diverse da quella solare fotovoltaica, con potenza non inferiore a 1 kW. Gli incentivi previsti dal Decreto si applicano agli impianti nuovi, integralmente ricostruiti, riattivati, oggetto di intervento di potenziamento o di rifacimento, che entrano in esercizio dal 1°gennaio 2013. Il Decreto prevede due distinti meccanismi incentivanti, individuati sulla base della potenza, della fonte rinnovabile e della tipologia dell’impianto.

A) Una tariffa incentivante omnicomprensiva (To) per gli impianti di potenza fino a 1 MW, determinata dalla somma tra una tariffa incentivante base – il cui valore è individuato per ciascuna fonte, tipologia di impianto e classe di potenza nell'Allegato 1 del Decreto - e l’ammontare di eventuali premi (es. cogenerazione ad alto rendimento, riduzione emissioni, etc.).

B) un incentivo (I) per gli impianti di potenza superiore a 1 MW e per quelli di potenza fino a 1 MW che non optano per la tariffa omnicomprensiva, calcolato come differenza tra la tariffa incentivante base – a cui vanno sommati eventuali premi a cui ha diritto l’impianto - e il prezzo zonale orario dell’energia (riferito alla zona in cui è immessa in rete l’energia elettrica prodotta dall’impianto). L’energia prodotta dagli impianti che accedono all’incentivo (I) resta nella disponibilità del produttore.

Si ricorda che l’accesso agli incentivi stabiliti dal DM 6 luglio 2012 è alternativo ai meccanismi dello scambio sul posto e del ritiro dedicato. Per maggiori dettagli si rimanda al link del GSE: Scarica il Decreto in formato PDF.

Gallery

+ Guarda Tutto

Risparmio energetico


+ Leggi Tutto

Richiedi un preventivo